Messaggio del Parroco alla Città
 
 

Caricimi devoti e fedeli fratelli e sorelle tutte, ogni anno le prime fioriture del mandorlo sono il preludio della primavera alle porte, così come il profumo di zagara tipico della nostra terra preannuncia l'approssimarsi di un paese in festa. Dal primo maggio, infatti, a Lentini l'attesa è già una festa: Festa per tutte quelle famiglie ritrovate dopo una lunga distanza, festa per tutte le neo-mamme e papà che nutrono il loro desiderio di affidare, i propri pargoli al Santo Patrono, festa per chi ha ricevuto una grazia speciale, festa a tavola, festa nelle piazze, festa nelle scuole alla riscoperta non di ciò che divide, ma di ciò che unisce. Le feste, se vissute in coerenza col Vangelo, possono esaltare e non svilire le figure dei Santi. Possiamo essere una festa anche noi, ogni volta che sappiamo chiamare gli altri a raccolta come al rintocco delle campane. Possiamo essere una festa anche noi, ogni volta che, come le sfavillanti luminarie delle vie cittadine, sappiamo illuminare il cammino degli altri con la gioia e l'accoglienza. Possiamo essere festa anche noi ogni volta che, come gli addobbi o gli stendardi delle balconate, sappiamo ammantarci non solo di religiosità, ma rivestirci del colore delle virtù eroiche dei Santi Martiri. Possiamo essere una festa anche noi ogni volta che, con la nostra originalità e fantasia, tipica dei bambini, dei poeti, degli artisti riusciamo a prendere in mano la nostra vita e farne un capolavoro (Giovanni Paolo II). Anche quest'anno, a proposito di festa, grazie a soli gesti di solidarietà potremmo premettere al Comitato dei Festeggiamenti, come già avvenuto l'anno trascorso, di realizzare il meglio per vivere momenti indimenticabili da ascrivere nelle pagine della nostra storia cittadina. Per questo lancio un accorato appello a massimizzare ogni sforzo, risorsa e gesto solidale che possano diventare valore aggiunto a beneficio della festa e della collettività e soprattutto di chi attenderà negli anni a venire il ripetersi di tali straordinari eventi. Se è così, sin da adesso, mi faccio interprete del vostro vibrante grido ... prima Diù e i Santi Mattrii !!!


IL PARROCO

 
 
Festeggiamenti 2024
 
 
Edizioni precedenti
 
 
Condividi su...